COMICS IN PILLS. PUNTATA 13# BATMA:VAMPIRO (un articolo di Stefano Di Giuseppe)

BATMAN VAMPIRO

Bruce Wayne ,il miliardario che di giorno gestisce il suo impero finanziario e di notte protegge le strade sudice e corrotte di Gotham vestendo i panni di Batman è forse il personaggio di punta della Dc comics , alle spalle ha più di 75 anni di pubblicazioni , serie TV , cartoni , centinai di gadget con il suo marchio sopra ma soprattutto un codice morale che segue sempre nelle sue storie. Ma cosa succederebbe se un giorno questo codice morale venisse meno proprio quando le strade di Gotham si riempiono di cadaveri decapitati ? Se non avete paura di affrontare la notte per scoprirlo allora  Batman: Vampiro sceneggiato da Doug Moench , disegnato da Kelley Jones , edito da Dc comics e distribuito in Italia da Rw Edizioni è il fumetto che fa per voi.WP_20160410_12_36_16_Pro

Trama : In questa edizione deluxe ritroviamo la trilogia completa di Batman:Vampiro racchiusa in tre libri. Come nel più classico degli universi “What if …?” Moench ci propone la sua visione riguardo quello che potrebbe potuto succedere se il crociato incappucciato venisse vampirizzato niente poco di meno che da Dracula in persona. Una storia ben costruita ,che pesca a piene mani dal capolavoro di Bram Stoker, unita ad una grande  introspezione psicologica del Batman sullo sfondo di una Gotham corrotta e violenta.WP_20160410_12_37_23_Pro

Cosa ci piace: Grande pregio di questo fumetto è quello di insistere molto sulla dimensione psicologica del cavaliere oscuro che ,lontano dalla figura granitica a cui siamo abituati, risulterà essere sempre in lotta con se stesso a causa dei continui confronti tra la sua nuova natura di vampiro e la ragione. Altro grande elemento da non sottovalutare è il tema dell’inquinamento che ben si sposa con l’apparizione dei vampiri grazie alla pioggia rossa causata dell’incremento delle polveri sottili sempre più letali . La teatralità dei dialoghi e i ritmi incalzanti della storia la fanno da padroni grazie anche ai disegni di Kelly Jones che miscela bene insieme il gotico e la pop art.WP_20160410_12_38_37_Pro

Cosa non ci piace : L’unico vero difetto di questo fumetto è il fatto che alcune pagine risultano con dei disegni troppo ingranditi e lasciano intravedere i pixel della trasposizione dal cartaceo al digitale , considerando che questa dovrebbe essere una versione deluxe di un certo costo queste sbavature non dovrebbero proprio esserci. Forse un’altra piccola pecca è la scelta fatta da Moench di distaccarsi dai toni quasi epici del primo libro per avvicinarsi sempre di più al mondo distopico di Gotham. Queste scelta causerà una perdita di profondità da parte del pipistrello nei libri successi anche se ben giustificata grazie alla sua discesa nella follia.WP_20160410_12_39_26_Pro

Valutazione: Batma:Vampiro è un fumetto che va letto almeno una volta in questa o “nell’altra vita” ,rimane sempre un universo narrativo “What if…?” e quindi può piacere e non piacere con le sue rivisitazioni del mondo di Batman ma resta sempre una bella storia. Voto 8 su 10 considerando anche il prezzo di  €29.95 che fa entrare il fumetto nella sezione Eternauti.WP_20160410_12_39_42_Pro

Considerazioni personali: SPOILERALLERT!!! Attenzione le considerazioni personali posso contenere commenti e pensieri riguardanti il fumetto trattato che potrebbero rovinare la vostra lettura ,siete stati avvisati. Batman:Vampiro è un bel fumetto ma si vede che è americano , e non lo dico per fare il capitan ovvio del situazione ma perché Batman:Vampiro si sarebbe potuto fermare tranquillamente al primo numero con la distruzione di Villa Wayne e la morte di Dracula. Il libro secondo e il libro terzo per me rimangono solo dei sequel che hanno portato soldi in casa Dc. Non condivido per niente la scelta attuata di allontanarsi dalla monumentalità e dalla profondità del primo libro per fare un secondo capitolo che si può tranquillamente riassumere in un collaudatissimo Batman vs Joker dai toni più violenti, e un terzo libro dove tutti i villain più famosi della Dc ,eccetto Mr. Freeze , vengono fatti a pezzi da un mostro vestito da Batman. Mentre leggevo il fumetto ho avuto l’impressione di trovarmi davanti la versione gotica del ciclo di Batman di Frank Miller dove il primo libro è un capolavoro , il secondo è un signor fumetto mentre il terzo è una buona conclusione forse tirata un po’ troppo per i capelli ma sempre di buon livello. In questo caso però il terzo libro è da cestinare se non fosse per il finale che merita molto grazie alla ripresa di una certa profondità psicologica da parte del pipistrello che abbandona ,finalmente, i panni del macellaio. Una pecca non indifferente che guasta decisamente l’ampio spazio concesso ad Alfred e al commissario Gordon sempre accompagnati da l’ottimo disegno di Kelly Jones ma anche da una sceneggiatura troppo basata sulla violenza sempre più gratuita.WP_20160410_12_41_02_Pro

Precedente Pornopolis #9 DEAD"SOPRAVVALUTATO"POOL (un articolo di Stefano Di Giuseppe) Successivo Pornopolis #10 LA LETTERATURA E GLI ITALIANI (un articolo di Stefano Di Giuseppe)