COMICS IN PILLS. PUNTATA 13# RED SONJA:IL CELESTIALE DI GATHIA(un articolo di Stefano Di Giuseppe)

RED SONJA:IL CELESTIALE DI GATHIA

Nel fantastico mondo del web tutti i personaggi maschili o femminili hanno una loro versione del sesso opposto come stabilito dalla regola 63  di internet, questo meccanismo però era già presente nel mondo del fumetto da molto più tempo (le regole di internet risalgono al 2012) personaggi come Supergirl ,Batwoman e compagnia ne sono la prova lampante ,ma cosa accomuna le versioni femminili dei nostri eroi o antieroi maschili preferiti? Semplice: abiti succinti , tacchi , movenze sensuali e pose da calendario di Playboy per ogni vignetta. Poi c’è Red Sonja che porta gli stivali, uccide uomini come Conan il barbaro ,beve ,puzza ehm…. volevo dire profuma di guerra e sangue e va in giro con un’armatura in stile bichini per la felicità di tutti i maschietti. Volete saperne di più ?Allora forse sarebbe meglio per voi dare un’occhiata a Red Sonja: Il celestiale di Gathia sceneggiato da Carey e Oeming, disegnato da Rubi ,edito da Dynamite Entertainment e distribuito in Italia da Panini.WP_20160326_16_53_48_Pro

 

Trama: Red Sonja vaga per una foresta alla ricerca della città più vicina quando incontra un messaggero assalito da un‘orda di selvaggi ,la guerriera lo soccorre appena in tempo mettendo in fuga gli assalitori per poi decidere di accompagnare il messaggero nella sua città ,Gathia, lui però muore durante il viaggio non senza aver parlato prima alla protagonista di un certo Celestiale, il rappresentate di un dio supremo in Terra che ha pacificato la sua regione elevando la sua tribù sulle e scacciando la magia nera. Arrivata a Ghathia però Sonja si accorgerà di come dietro i templi e i sorrisi degli abitanti della città si nasconda molto di più di un semplice culto. Una storia piena di intrighi , conflitti , rivoluzioni e soprattutto sangue.WP_20160326_16_56_00_Pro

Cosa ci piace: Dal punto di vista tecnico il fumetto presenta degli ottimi disegni che sanno valorizzare i personaggi sempre rimanendo nella rappresentazione standard delle ambientazioni create da Conan il barbaro. Buonissimo  anche l’uso delle vignette sempre molto espressive e dinamiche soprattutto nei momenti d’azione dell’albo. Altro punto di forza del fumetto è la storia che riesce a miscelare bene la denuncia verso la guerra e il pensiero dittatoriale con l’interiorità di Sonja che grazie a questo riesce ad emanciparsi almeno in parte dalla figura bidimensionale del classico barbaro vichingo da fumetto.WP_20160326_16_54_50_Pro

Cosa non ci piace: La violenza ,all’inizio giustificata ,viene usata nello svolgimento della storia a volte come riempitivo e questo va a discapito dei ritmi del fumetto che all’inizio risulta essere veloce per poi rallentare eccessivamente e infine concludersi con un ritmo abbastanza veloce. La storia poi ,nonostante contenga dei buoni elementi per essere decisamente più impegnata, risulta essere non troppo profonda anche se ben gestita dagli autori ma considerando il personaggio è già un miracolo che Sonja non si sia ridotta ad essere la semplice versione femminile di Conan.

Valutazione: Red Sonja è un fumetto che punta ad intrattenere il lettore sia con le curve della protagonista sia con la storia accattivante e non troppo complessa ,ottimo per tutti coloro che vogliono conoscere o già seguono la guerriera dai capelli rossi con il bichini-armatura più scintillante di sempre. Voto 7 su 10 considerando anche il prezzo di 12,00 € che fa entrare il fumetto nella categoria Passengers.WP_20160326_16_55_13_Pro

Considerazioni personali: SPOILERALLERT!!! Attenzione le considerazioni personali posso contenere commenti e pensieri riguardanti il fumetto trattato che potrebbero rovinare la vostra lettura ,siete stati avvisati. Red Sonja è un personaggio molto particolare perché se viene gestito male il lettore si chiederà perché abbia speso dei soldi per comprarsi il fumetto, se gestito bene invece è in grado di intrattenere abbastanza bene ,soprattutto se letto tutto d’un fiato. Personalmente come personaggio non mi fa impazzire se devo proprio scegliere un barbaro preferisco Slaine  della 2000 A.D. .Il lavoro della Dynamite rimane lo stesso encomiabile perché Sonja è pur sempre una delle tante icone del fumetto. Sicuramente questa serie mensile è un progetto coraggioso che punta a rilanciare il personaggio, ma a mio avviso guerrieri o barbari così non possono avere successo con storie che affrontano temi moderni perdendo il carattere epico di sottofondo che li ha caratterizza nel passato. Rendere più “appetibili” al lettore di oggi personaggi come Red Sonja porta molto spesso a stravolgere l’essenza stessa di questi eroi in armatura e forse invece che lavorare su brand ormai datati sarebbe meglio crearne di nuovi, portando qualcosa di nuovo ai lettori senza offrire il solito fan service in stile internet che non rende veramente giustizia ai protagonisti di certi fumetti del passato, non solo barbari ma anche vampiri ,indagatori del mistero ,super eroi e altri ancora.WP_20160326_16_56_14_Pro

 

Precedente Pornopolis #7 L’HORROR DEL FUTURO CI FA GIÀ SCHIFO (un articolo di Stefano Di Giuseppe) Successivo Pornopolis #8. 5 COSE CHE ODIO DI BATMAN (un articolo di Stefano Di Giuseppe)