COMICS IN PILLS . PUNTATA#12 APARTMENTS (un articolo di Stefano Di Giuseppe)

APARTMENTS

Quando si inizia con il fumetto d’autore da piccolini e si finisce con il fumetto americano da più grandicelli si ha come l’impressione di leggere storie tutte uguali dove l’unica cosa che cambia è il costume del protagonista. Bene ,se siete stanchi di annoiarvi a morte , forse dovreste proprio dare un’occhiata ad “Apartments” di Otto Gabos e distribuito dall’ormai defunta Black Velvet.WP_20160320_10_00_26_Pro
Trama: Immaginate una qualsiasi delle nostre città ,grande ,piena di consumismo e di tante svariate tipologie di persone ,una città qualunque. Bene, adesso immaginate che la vita di questa città cambi per sempre a causa di un’improvvisa mutazione che ha trasformato i suoi abitanti in esseri più o meno deformi. Ma prima di correre con la fantasia ai più classici scenari apocalittici con motociclisti dai giubbotti in pelle borchiati ,i piercing in faccia e le mazze ferrate in mano pensate a quello che succederebbe veramente in una situazione del genere. Pensate ai ragazzi che passano il loro tempo a sballarsi tra i concerti e le droghe, pensate agli impiegati che vanno a lavoro , ai padri di famiglia che portano il salario a casa e alle prostitute che battono per strada. Pensate alla personale lotta di ognuno di loro per riconquistare o distruggere il proprio quotidiano.WP_20160320_10_50_20_Pro
Cosa ci piace: Apartments si presenta come un affresco ,neanche troppo distopico, della vita nei quartieri meno raccomandabili dell’Italia fra gli anni ’80 e ‘90 (ma anche di oggi) tra bassifondi ,politica ,televisione e protesta sociale. Quest’ultima tematica viene affrontata in modo non troppo velato dall’autore e regalerà certamente almeno un sorriso (amaro) ai lettori più attenti in grado di riconoscerla. I personaggi poi sono veramente ben caratterizzati ,sia graficamente che a livello di dialoghi grazie anche alla loro introspezione psicologica che ha un peso non indifferente sulla storia.WP_20160320_10_23_31_Pro

Cosa non ci piace: Questo fumetto non ha dei veri e propri lati negativi ma solo alcune scelte che forse potrebbero risultare poco gradite al lettore medio come il passaggio sempre più in secondo piano delle vicende del Dottor Victor  o la piccola statura del personaggio di Jerry ,il ragazzo fusosi a livello molecolare con un caimano , che sembra mal sposarsi con la sua natura seria. In realtà questi elementi rendono i personaggi molto più caratterizzati e originali poiché rompono molto con quelli canonici a cui ci hanno abituano i fumetti americani.WP_20160320_00_20_46_Pro

Valutazione : Se avete intenzione di sperimentare e di leggere una bella storia che sa stupirvi, oltre  ad essere un buon punto di partenza per fare la conoscenza del fumetto d’autore italiano allora Apartments è il fumetto che fa per voi . Se siete degli appassionati del fumetto allora Apartments è un ottimo fumetto con cui arricchire la vostra libreria. Voto 8 su 10 considerando anche il prezzo indicativo di 9,00 € e la sua non facile reperibilità causata dal fallimento della Black Velvet, il fumetto entra quindi ,per il momento, nella categoria Eternauti in attesa di conoscere eventuali sviluppi.WP_20160320_10_24_06_Pro

Considerazioni personali: SPOILERALLERT!!! Attenzione le considerazioni personali posso contenere commenti e pensieri riguardanti il fumetto trattato che potrebbero rovinare la vostra lettura ,siete stati avvisati. Quando ero bambino e d’estate uscivo la sera con mio padre a passeggiare per i mercatini dell’usato della mia città invece di visitare l’intero mercatino ,come facevano tutti gli altri, ci fermavamo davanti la bancarella dei fumetti usati e passavamo li tutto la serata alla ricerca di riviste di fumetti come Comic Art , L’Eternauta e compagnia.WP_20160320_10_10_17_Pro
Crescendo però mi sono interessato di più al fumetto americano vedendo che riviste come quelle che seguivo da piccolino erano ormai quasi estinte, ma da un po’ di tempo ho riscoperto il fumetto italiano e ritornando a leggere i fumetti di casa nostra ho notato una cosa fondamentale: siamo ancora in grado di fare la differenza nei fumetti , potrà sembrare un cosa ovvia guardando la nostra tradizione ma vedendo a come ci siamo ridotti nel cinema nulla sembra così ovvio. Per me Apartments non è un semplice fumetto d’autore è IL FUMETTO D’AUTORE come quelli che leggevo da bambino quando spulciavo tra le riviste impolverate delle bancarelle, come quegli albi memorabili in grado di lasciarti una storia dentro dopo averli letti , come quei comics capaci di mostrarti qualcosa di nuovo ed interessante. Un salto nel passato e allo stesso tempo un augurio per il futuro sperando di poter leggere altrettanti fumetti capaci di  farmi appassionare come questo . E poi con un autore che ti fa una dedica del genere come si fa a non apprezzarlo?WP_20160320_10_36_23_Pro

Precedente Pornopolis #6 IL FUMETTO OCCIDENTALE L’ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA (un articolo di Stefano Di Giuseppe) Successivo Starslugs: istantanee di urbanità degradata tra riti e tecniche (di Alessandro Di Giuseppe)