Pornopolis #3 LA MALEDIZIONE INESISTENTE DEL JOKER (un articolo di Stefano Di Giuseppe)

LA MALEDIZIONE INESISTENTE DEL JOKER

22 gennaio 2008 l’attore australiano Heath Andrew Ledger  muore  per una intossicazione acuta provocata dagli effetti combinati di ossicodone, idrocodone, diazepam, temazepam, alprazolam e doxilamina. Il cinema perde un  signor attore. Molti sono i tributi dei fan e i riconoscimenti da parte di tutti i media possibili ed immaginabili ma cosa ha provocato veramente la morte di Ledger? Non sono qui a parlare di teorie complottistiche che vogliono vedere l’attore australiano ancora vivo a    Cuba come un moderno Elvis, sono qui per discutere a riguardo del grande peso mediatico che ha avuto questa morte.Heath-Ledger Nei mesi e negli anni successivi alla scomparsa di Ledger sono nate centinai di leggende metropolitane intorno alla sua figura ,tra cui spicca la fantomatica “Maledizione del Joker”. La sua interpretazione più conosciuta dal grande pubblico, nonostante non siano pochi i film in cui abbia recitato,  è appunto quella del supercriminale Dc ,che gli è valsa la voce di essere stato ucciso dal suo voler interpretare in modo maniacale il personaggio fumettistico.darkknight_ledger-w450 La “maledizione” ,pompata dai giornalisti e dai fan di Nolan in primis che giustamente non hanno mai tenuto in conto il precario equilibrio di Heath, ha permesso al film del Cavaliere Oscuro di avere l’impatto che ha avuto sul pubblico . Dopo la sua scomparsa infatti si può dire che ci sia stato lo stesso fenomeno che aveva colpito la Dc dopo il film di Batman del 1989 , in cui un Jack Nicholson al massimo della forma aveva incantato gli spettatori con il suo pagliaccio gangster-psicopatico.Jack_Nicholson_As_The_Joker Dopo questo film non furono pochi i fumetti del pipistrello più conosciuto del mondo ,forse anche più di Dracula (che è un vampiro ma sti cavoli), che videro la nemesi di batman prendere le stesse sembianza dell’attore statunitense emulandolo sia a livello grafico che comportamentale .L’effetto però fu poi attenuato dalla serie a cartoni animati di Paul Dini ,che inserì il fantomatico personaggio di  Ra’s Al Ghul ,tanto caro agli amanti della trilogia di Nolan, e di Harley Quinn , e che vedeva al doppiaggio di Joker niente poco di meno che l’attore americano Mark Hamill (Luke Skywalker). Ma ,ritornando al film di Nolan, sembra inutile dire che il grande impatto mediatico del film ha permesso alla Dc di “rinnovare” lo stile grafico del personaggio di Joker per venire in contro al grande pubblico .E così fino a poco tempo fa tutti i Joker (fatte alcune eccezioni) erano o uguali o ispirati alla figura di Ledger . Lo spettacolo però deve continuare ,e così Joker incomincia di nuovo a cambiare.Mark-Hamill-as-The-Joker-750x562

I capelli smettono di essere lunghi  e mossi , il trucco ritorna ad essere fatto bene e in parte si riprende con il vecchio Joker di Nicholson. Il cambiamento però continua ,con l’inizio delle prime voci di un film sulla Suicide Squad, la nemesi per eccellenza del crociato di Gotham incomincia ad avere un taglio di capelli più alla moda , un fisico un po’ più scolpito e sembra anche ringiovanire(ma chi sarà?).hqdefault Le voci smettono di essere voci e la Dc annuncia l’uscita del film con Jared Leto nella parte di Joker. Il fandom si divide tra chi bestemmia e chi ,memore delle critiche che furono fatta a Ledger , evita di fare commenti per salvarsi da un’eventuale figuraccia. Ma mentre su internet scoppia il caos ,con alcuni che ritornano anche a parlare della “Maledizione del Joker”, cosa fa la Dc? La Dc annuncia gli altri attori del cinecomic e getta benzina sul fuoco dando il ruolo di Deathstrock a Will Smith. Ma torniamo al caso “Joker-Leto” i fan ,come al solito, già si lanciano nei primi paragoni tra il cantante dei Thirty Seconds to Mars e il defunto attore australiano ,osannando i film di Nolan e schifando a prescindere il nuovo film Dc di prossima uscita. Tra le varie pre-critiche rivolte dai fan a Leto ,ma anche al resto del film, ne spiccano 2 in particolare . La prima riguardante la recitazione , Ledger ora viene considerato insuperabile e non ci sarà mai più un grande Joker dopo di lui . Gli stessi fan avevano detto la stessa identica cosa quando ,dopo l’ annuncio dell’assegnazione della parte a Ledger, avevano intasato i forum specializzati con le loro pre-critiche sulla sua recitazione che poi hanno amato come solo i fan sanno fare (in modo psicopatico e malato). La seconda grande pre-critica va invece rivolta al tono realistico del film perché dopo il grande “realismo” di Nolan i film della Dc non sapranno mai esserlo ,a prescindere , come la sua trilogia. Sì e poi nel primo film di Batman del 2005 c’era Bruce Wayne  che dove salvare la città di Gotham da una setta millenaria di Ninja cattivi (non sembra affatto Batman che ha fottuto la sceneggiatura ad un film delle Tartarughe Ninja). Grande realismo…Ma se da un lato ci troviamo ad avere a che fare con affermati critici di cinema dell’ultimo minuto ,dall’altro abbiamo a che fare con il primo film Dc che segue (copia) il modus operandi Marvel . Di per se questo non è un male perché questo rende il film più fruibile ad un pubblico non specializzato ,ma va a discapito dei fan di vecchia data ( che comunque andrebbero a vedere il film ). Il problema però sorge quando si cerca di creare dei personaggi “accattivanti” per il grande pubblico fregandosene altamente dei personaggi dei fumetti, e così possiamo vedere Deathstrock ,uno dei personaggi più importanti della squadra di antieroi , cambiare il colore della sua pelle dal bianco al nero. L’ Harley Quinn di Paul Dini con il suo costume attillato e la sua felicità esplosiva viene abbandonata in favore di un personaggio più cupo , “serio” e simile all’Harley degli ultimi videogames del Cavaliere oscuro, ma che in realtà sembra la versione un po’ più figa della protagonista di Sucker Punch (questo mi ha fatto girare le palle ,già Nolan aveva fatto un lavoro di merda con il costume Catwoman  ,adesso cambiano pure il costume e la personalità del mio personaggio Dc preferito! Aspettiamo il film…).Mentre Joker adesso mostra tatuaggi molto autoreferenziali , porta un paradenti placcato in tartarocromato in stile Die Antwoord, e si veste come un pappone di Sanits Row.jaredleto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Forse le critiche sono giuste , forse sono immotivate , forse i fan hanno ragione ,forse hanno torto. L’unica cosa sicura è che tutti quanti andremo a vedere questo film che tanto ci piace o ci fa rodere il fegato ,a seconda dei punti di vista . Io intanto vado a vedermi Deadpool, guardando per la prima volta un cinecomics senza essermi mai letto un fumetto, come fa l’80% delle persone che va a vedere i film tratti dai fumetti yeeeeeeeeeh!

Precedente I Cinque programmi che sembravano da bambini, ma in realtà non lo erano (di Alessandro Di Giuseppe) Successivo I dieci libri che mi porterei su un'isola deserta (di Alessandro Di Giuseppe)