Pornopolis #9 DEAD”SOPRAVVALUTATO”POOL (un articolo di Stefano Di Giuseppe)

DEAD“SOPRAVVALUTATO”POOL

E dopo Batman me la prendo anche con Deadpool sì il mercenario più famoso (del momento) che piace tanto a tutti perché “originale” ed innovativo per me non è un personaggio sopravvalutato oltre che un pochino scontato per certi versi e ve lo mostrerò prendendo in considerazione due degli aspetti principali di Deadpool :l’abbattimento della quarta parete e l’essere psicopatico.

Deadpool è divertentissimo perché abbatte la quarta parete e se la prende con i lettori ,con i disegnatori ecc…- cit fan di Deadpool. Uno degli aspetti molto interessanti di Wade Wilson ,meglio conosciuto con il nome Deadpool , è il suo riuscire a sfondare la quarta parete intrattenendo a volte discorsi con lo stesso lettore che si sente per certi versi anche più coinvolto nella storia grazie a questo espediente ma Deadpool non è certo il primo personaggio fumettistico a fare questo. Esempi di abbattimento della quarta parete nei fumetti si possono ritrovare già in Snoopy e Garfield per esempio senza scomodare tutta la tradizione del fumetto undergruoud dove troviamo autori con la A maiuscola come Crumb o l’italianissimo  Andrea Pazienza. Ma non sono qui a fare una lezione di storia del fumetto e questo aspetto non è sopravvalutato tanto perché lo hanno usato già altri ma per come viene usato . comic-book-club-deadpool-975x545-970x545

Deadpool non è un personaggio che vuole prendersi seriamente ,anche se ci sono stati autori che hanno saputo renderlo molto più impegnato, e questo suo abbattere la quarta parete non va oltre la semplice gag che sfrutta o quantità industriali di sangue e pallottole che neanche Tarantino sotto effetto di acidi potrebbe immaginare o battute a brucia pelo che sanno tanto di commento “cattivo” su facebook. Wilson riesce così a risultare innovativo perché è molto scorretto a differenza di eroi come Capitan America e compagnia ma non va oltre , e questo non basta se si vuole creare un brand su cui investire bene perché è troppo basato sulle mode passeggere di internet e dei social in generale dove anche i prodotti migliori dopo un paio di mesi diventano vecchi anche se ancora di qualità soprattutto per quanto riguarda l’intrattenimento. E alla Marvel lo sanno questo , infatti per il film ispirato al mercenario è stato concesso un budget relativamente piccolo per un film del genere e a ben dire a mio parere dato che ormai tutti quanti pensano soltanto a criticare il nuovo film  Dc di Batman V Superman o a fare i primi pronostici su quello che sarà il successo o meno di Civil War dopo quel trailer indicente dove si vede uno Spiderman in comupetr grafica da far schifo.CMn2U

Un altro grande aspetto tanto amato dai fan è la grande instabilità mentale di Wade Wilson , personaggio psicopatico e violento che infarcisce i suoi smembramenti con frasi pungenti ed offensive. Il lato violento di Deadpool ,come il resto del personaggio del resto , però viene dal meno famoso supercriminale Deathstroke che invece appartiene alla Dc. Dopo la sua apparizione nel 1991 non tardò la querela della Dc Comics che porto al cambiamento del personaggio mantenendo però una certa dose di violenza. Ma ,casi giudiziari  a parte, Wade Wilson non risulta essere il primo personaggio violento e psicopatico della casa delle idee , neanche uscendo fuori il parco eroi Marvel infatti spuntano subito i nomi di personaggi altrettanto controversi come Punisher , Sabretooth , Blade ,Sentry e tanti altri ancora che non hanno nulla da invidiare al mercenario chiacchierone.635900510105621199-1911426673_deadpoo2

Detto questo però Deadpool rimane sempre un buon personaggio che è riuscito a guadagnarsi la sua fetta di pubblico grazie all’ intrattenimento che sa offrire ,tuttavia siamo ben lontani dall’ avere davanti un nuovo “eroe” di punta della Marvel. Soprattutto per la sua moderna caratterizzazione , Wade deve troppo alle mode di oggi e sa da un lato questo è un ben perché permette di incrementare le vendite dall’ altro non permette al personaggio di colpire più di tanto il grande pubblico perchè ha storie portante avanti più dalla gag che dalla trama in sé soprattutto per quanto riguarda gli altri media come videogiochi e film.

Precedente COMICS IN PILLS. PUNTATA 14# IL FUOCO NON HA AMICI (un articolo di Stefano Di Giuseppe) Successivo COMICS IN PILLS. PUNTATA 13# BATMA:VAMPIRO (un articolo di Stefano Di Giuseppe)