Pornopolis#1 40 ANNI DI STORIA NERD (un articolo di Stefano Di Giuseppe)

PORNOPOLIS

Internet, cos’è internet? O meglio cosa si trova su internet? Milioni di siti di cui più del 90%  sono siti porno o contengono materiale pornografico e tanto altro ancora . Ma cosa si trova in quel 10% dove non c’è così tanto porno , droghe , armi e social per depravati o adolescenti in preda agli ormoni? C’è il Synapsis Blog e chi c’è dentro il SYNAPSIS Blog ? Ci sono io con una nuova rubrica settimanale solo per voi internauti smanettoni. Ammettilo hai cliccato sul link solo perché hai visto la parola porno e se te lo stai domandando sì sei una brutta persona. Ma torniamo a noi ,cos’è Pornopolis ? Qual è il suo scopo ? Bene, Pornopolis è uno spazio , per essere precisi il mio spazio, dove parlo di argomenti vari e su cui voglio dire la mia sbattendomene degli altri (come se fossi il primo su internet a fare una cosa del genere). Le uniche cose certe di questa rubrica sono la cadenza settimanale e la varietà degli argomenti perché dire la propria è importante (Non è vero il tipo che scrive sempre sul blog sta lentamente impazzendo pubblicando sempre 6 articoli la settimana).

40 ANNI DI STORIA NERD:LA NASCITA E IL DECLINO

In questo primo episodio di Pornopolis (alla faccia degli argomenti nuovi) l’argomento sarà la storia del così detto fenomeno “nerd”, argomento di grande attualità e di cui si parla molto. Ma prima di parlare dei nerd bisogna prendere in analisi il periodo anteriore alla comparsa di questi individui ,non in Africa più di 6000 anni fa ma in America una quarantina d’anni fa, il “periodo protonerd”. Il periodo protonerd  va dalla fine dalla secondo conflitto mondiale al 1973.Nerd In questo lasso di tempo in America si      incominciano a distinguere  in maniera più netta alcuni tipi di studenti, particolarmente portati per gli studi e meno con gli sport e le ragazze. Siamo nei nostalgici anni’60, e questi ragazzi ,dopo una gestazione durata per tutti gli anni’ 50 ,con i loro corsi avanzati di fisica e matematica si sono impressi per bene nella mente di sceneggiatori e registi che faranno la loro fortuna riportando le simpatiche disavventure di questi imbranati prima sul grande schermo e dopo in tv. Arriviamo negli anni’70 , gli anni della protesta politica e della guerra fredda ,gli anni del Vietnam e della febbre del sabato sera mentre in tv si afferma la serie cult Happy Days dove i simpatici “imbranati” accompagnano Fonzie .happy-days-season-1-dvd_1000

Quella di Happy Days può essere considerata una tra le prime apparizioni di protonerd in tv , il classico stereotipo del ragazzo imbranato che è una schiappa negli sport e riceve il palo anche dalla tipa più brutta della scuola. Ma i media riportano gli eventi sempre con un po’ di ritardo  e così ,rituffandoci negli anni 60, scopriamo che quegli “imbranati” hanno smesso di occuparsi soltanto di equazioni e vettori per incominciare a leggere libri di fantascienza e fantasy mentre quelli meno ortodossi e alternativi si avvicinano al mondo dei fumetti. E così mentre tutti sono troppo occupati a ridere di Richie (che poi diventerà l’incredibile Ron Howard) tra i fumetti e i libri di Toliken nel 1974 ,con la creazione del gioco da tavolo Dungeons & Dragons, nascono i “primi nerd”. RC-GroupInitNegli anni’70 infatti si hanno i primi nerd che “rispettano dei canoni”, i nerd sono in genere ragazzi studiosi che vanno bene a scuola , leggono fumetti dei super eroi , giocano a D&D e sono degli amanti del fantasy e della fantascienza. Ma con la nascita dei nerd incominciamo anche ad avere un incremento abbastanza rilevante ,molto ingrandito dalla cronaca del tempo, dei primi suicidi di questi ragazzi  poco inseriti nella società che si radunano in luoghi appartati ed innocui a bere latte e giocare partite di D&D per poi suicidarsi. Escludendo i vari casi montati dai giornalisti per vendere questi sono alcuni degli eventi che mi fanno riflettere e rabbrividire di più. Non tanto perché quei ragazzi bevessero  latte e riuscissero a finire una partita di D&D ,il che ha del surreale se ci avete mai giocato seriamente a D&D, ma perché già allora erano abbastanza diffusi i casi di chiusura sociale che portasse a gesti estremi tra questa “tipologia” di persone ,questo fenomeno non farà altro che aggravarsi con gli anni.02-08-2011-17.28 Passata la decade ci ritroviamo negli anni ’80 e qui assistiamo all’incredibile sviluppo del mondo Nerd che incomincia sempre di più ad ampliarsi e specializzarsi. Mentre in tv si vedono i primi protonerd di fine anni’ 60 negli anni’  80  per i Nerd arriva la svolta. Si smette progressivamente di andare bene a scuola e ci si interessa di più riguardo libri, fumetti, giochi da tavolo e soprattutto nuove tecnologie. Negli anni’ 80 si hanno i primi computer a prezzi non troppo proibitivi oltre all’esplosione delle sale giochi , questi sono 2 elementi molto importanti per quello che succederà in seguito negli anni’90.1Star_Wars_Episode_IV-A_New_Hope_Theatrical_Release_Poster Intanto in questo periodo escono al cinema alcuni dei pilasti del cinema nerd come Star Wars ,Terminator, Predator, Ritorno al futuro e tanti altri film che hanno influenzato per sempre l’immaginario di tutti noi. Sempre in questi anni il fenomeno nerd incomincia a diffondersi in pianta stabile tutto il mondo occidentale oltre ad una nuova e diffusa tendenza che consiste nell’ascoltare musica epic o thrash metal.6b17867b8068a53c3a69efa8a08c6b4a Se  negli ’80 i nerd sono cresciuti nei ’90 sono diventati adulti e abbastanza definiti, mentre in tv fanno la loro comparsa i primi nerd stempiati e forse anche fumati che giocano a D&D, i piccoli imbranati degli anni 60 tirano fuori il meglio di loro. All’interno del panorama nerd si possono distinguere 6 diverse categorie principali. La prima è quella dei lettori di libri che a sua volta si divide in 2 grandi filoni principali quello fantasy e quello fantascientifico. La seconda categoria invece comprende i lettori di fumetti che divisi non più solo tra Marvel e DC ma anche tra manga e fumetti europei,rappresentativi di questo periodo sono infatti riviste come Heavy Metal negli States ,2000 A.D. in Inghilterra, L’eternauta i migliori fumetti del mondo in Italia e  Métal Hurlant in Francia tanto per citarne alcune. La terza categoria è invece rappresentata dai videogiocatori ormai in piena console war divisi tra Commodore 64 , Ninetendo ,Gameboy, Atari, Sega Master System  e Play station, tutto questo porterà col tempo alla rottamazione delle sale giochi. La quarta categoria è invece rappresentata dagli esperti di computer con l’avvento del mercato videoludico e dei colossi Apple e Microsoft questa categoria si divide nei primi hacker che tentano le primi incursioni nel deep web e nei programmatori che danno vita programmi sempre più nuovi ed innovativi sia per il lavoro che per il divertimento. doomEmblematico è il gioco di Doom dove i programmatori ,fregandosene completamente della Doom Bible , segnano la definitiva scissione del mondo tecnologico da quello da quello dei libri in favore di samples grunge ed heavy metal e del sodalizio con la quinti categoria nerd presente  negli anni’90 “gli amanti dei giochi da tavolo”. Questa categoria ha un grande sviluppo in questi anni non solo con  la diffusione di cloni di D&D ma anche con l’affermarsi di Magic e Warhammer che anche grazie alla presenza di mostri e personaggi dell’occulto celebrati dalla musica metal attireranno tantissimi appassionati. Arriviamo alla sesta categoria degli anni 90 quella del cinema e delle serie tv stiamo parlando di film come Matrix e Godzilla , di serie tv come Xena la principessa guerriera ed X-files , nulla sarà più come prima. Finisce però anche questa decade che lascia spazio ai primi anni del 2000, passata la paura per il Millennium bug si assiste ad un ulteriore settorializzazione e specializzazione dei nerd.world-of-warcraft-10-anni

La console war entra definitivamente nelle nostre case e si apre le porte ad um mercato per famiglie che poi porterà alla nascita di cose inutili come la Wii, il Kinect e altre cose del genere in modo da far apprezzare i videogiochi a tutti(il mercato videoludico fatica ancora oggi a mostrarsi come qualcosa di serio dopo questa scelta). I giochi da tavolo intanto si trasferiscono su pc e così otteniamo il successo di  World of Warcraft, Diablo, Starcraft e rispettivi cloni , mentre tra i ragazzini impazza la moda di  Yu-Gi-Oh! e Warhammer diventa il passatempo dei nerd più ricchi. Le serie tv vengono guardate sempre di più anche dai non nerd mentre su pc si diffondono i social che noi tutti odiamo e amiamo allo stesso tempo. Nonostante l’uscita dei film del Signore degli anelli la categoria dei lettori di libri si unisce sempre di più, per esserne poi totalmente assorbita, a quella degli amanti dei film e delle serie tv.0797 Il mondo del fumetto invece si ritrova a perdere molte delle fantomatiche riviste storiche del fumetto per lasciare il post alle manovre di mercato Marvel e Dc che insieme al crescente sviluppo dei manga prendono il controllo del mercato. Nei primi anni del 2000 intanto trovano la loro massima espressione alcuni individui appartenenti  ad una nuova categoria “i collezionisti “  che, con lo stesso accanimento dei fan e la pomposità dei critici d’arte, vanno alla ricerca di prime edizioni ed action figure in edizione limitata distruggendo tutto quello che non è (ancora) famoso. In questo periodo praticamente si assiste a quel fenomeno che prende tutti i movimenti sociali con la forza di resistere al tempo. I nerd sono sopravvissuti ai bulli degli anni ’60, ai genitori dei’70 , all’emarginazione degli’80 e alla mancanza di figa dei ’90. I nerd sono uniti , si uccidono per un action figure di una tettona , ma sono un collettivo ,un gruppo , membri “attivi” della società . E siccome sono riusciti a resistere il mondo si accorge di loro e li trasforma in moda, siamo nel 2007 e in America va in onda la prima puntata di The Big Bang Theory.bigbangtheorydesignbyma A conti fatti sembra quasi inutile quello che è successo dopo , gli effetti si possono vedere ancora oggi , enormi masse di persone di colpo si scoprono affascinate dal “mondo” dei nerd e subito veniamo bombardati da immagine di ragazzine che indossano occhialoni alla Woody Allen o mentre giocano seminude ai videogames (mentre masticano il controller).doctor-who Inizia il periodo dei cinecomics e della riscoperta di DoctorWho , dei cospalyer e del merchandising a basso prezzo , del Trono di spade e dei gameplayer su youtube .d1a9a12e4ac8b687119516804bd4c2ff Ma in tutto questo dove sono finiti i nerd ? Alcuni si sono rinchiusi nei forum a criticare il mondo che li ha sempre schifati, altri si sono fidanzati per la prima volta e hanno trovato “un nuovo passatempo” con cui sostituire i giochi da tavolo con gli amici , altri ancora ,mentre vedono i loro compagni estimatori del gippone inquisire su facebook i nuovi otaku , aspettano che tutto questo passi come le altre mode, nella speranza di poter tornare un giorno ad essere i soli dominatori incontrastati delle fiere del fumetto. Nerd is dead…

Precedente "Oh, 'sta roba è buona, ne vuoi un po'?" "Shhht, qualcuno potrebbe sentirci...o vederci". "A Scanner Darkly": Linklater ci spiega il mondo della droga tra spie, ricatti e fantascienza (una recensione di Alessandro Di Giuseppe) Successivo "Eravamo io, Dean e Carlo Marx. Avevamo finito la benzina, i soldi e non sapevamo in che parte del mondo eravamo. Non ci siamo mai sentiti così vivi". Jack Kerouac: l'America (e la vita) raccontata "Sulla Strada" (di Alessandro Di Giuseppe)